D'Angelo Vittoria (Canto moderno e jazz)

Laureata in Canto Jazz presso il Conservatorio Santa Cecilia di Roma sotto la guida della M° Maria Pia De Vito, nel corso degli anni ha seguito vari corsi di formazione e perfezionamento:

  • Corso di Alta Formazione “Malagola - Scuola di vocalità e centro studi sulla voce” a Ravenna (BO);
  • "Corso di tecnica vocale” con Edda Sabatini Dell’Orso;
  • Seminario di “Vocal Balance” con il M° Lisa Paglin e il M° Marianna Brilla;
  • Corso di Formazione in “Tecnica Alexander” con Antonella Massimo;
  • Corso di formazione in “Body percussion & drum circle” con Stefano Baroni;
  • Workshops and Master Class con il M° Maria Pia De Vito e Gegè Telesforo presso il Festival “Messina Sea Jazz Festival 2013”;
  • Master Class con Anne Ducros presso il Festival “Piazza Armerina Jazz Festival 2012”.

Nel 2015 è entrata a far parte del “Burnogualà Large Vocal Ensemble”, diretto dalla M° Maria Pia De Vito, con il quale ha registrato l’album “Moresche ed altre invenzioni”, progetto di ricerca vocale, ritmica e culturale.

Nel 2018 ha fondato, con Giuseppe Creazzo Pantano e Fabio De Vincenti, “Siké” un gruppo di rivisitazione e arrangiamento di brani della tradizione popolare siciliana. Il repertorio inoltre è arricchito da brani originali scritti in dialetto siciliano. A Settembre 2020, grazie alla vittoria del concorso “Wow Music Fest 2020” con la Wow Records, il progetto dei Siké si concretizza con la registrazione del primo album: “Bouganville”.
L’album ha visto la collaborazione di Gabriele Mirabassi al clarinetto, Maria Pia De Vito alla voce e Pietro Leveratto al contrabbasso.

Nel corso della sua formazione ha avuto la possibilità di partecipare a numerosi Festival tra i quali meritano particolare menzione: 

  • la “64° edizione del Ravello Festival”;
  • “I suoni delle Dolomiti 2018”;
  • “Rumori nell’Isola di Ventotene”

Ha inoltre conseguito:

  • Il Primo Premio in Canto Jazz al Concorso Nazionale 'Benedetto Albanese' | Caccamo (PA), 2015
  • Il Premio del Pubblico con i Siké per il brano “Nenè”, al Concorso “Premio MareAperto 2020” | Lecce, 2020
  • Il Premio della Giuria Internazionale con i Siké per il brano “Angelina”, al Concorso “Premio Andrea Parodi” | Selargius (CA) 2021
  • Borsa di Studio al Festival Jazz “Piazza Armerina Jazz Festival 2012” | Piazza Armerina (EN), 2012

Descrizione del Corso di Canto

Dopo anni di studio della voce e di esperienze concertistiche in vari stili propongo corsi di Canto Jazz, Blues, Pop, Soul e di Tecnica Vocale, con un approccio basato sullo studio della voce naturale.
Il metodo di studio che propongo deriva dal “New Voice Studio” delle Maestre Marianna Brilla e Lisa Paglin che ho approfondito al Conservatorio Santa Cecilia di Roma.

Ritengo sia un metodo molto importante che rispetta ogni tipologia di voce e ne mette in evidenza le personali caratteristiche. Agisce delicatamente sul suono lasciando da parte il canto di forza con eccessivi volumi e permette di capire l'azione del corpo attraverso la respirazione diaframmatica.
Il fine di questo “pensiero vocale” è di mantenere in salute la propria voce evitando spiacevoli affaticamenti o danni.

Nel corso mi preoccupo di capire i gusti personali dell'allievo per arricchire il suo bagaglio musicale con nuovi ascolti, facendo in modo che crei un proprio repertorio. Lavoreremo quindi sull’interpretazione personale e sulla tecnica vocale.

Le lezioni si divideranno in:

  • Costruzione del repertorio
  • Studio della tecnica vocale
  • Elementi di teoria musicale
  • Esercizi di Ear Training

Descrizione del Corso di Musica per bambini 0/3 anni

Nel periodo tra 0 e 36 mesi, il bambino è come immerso in una bolla di suono, con cui pian piano inizia ad interagire in modo sempre più consapevole.

Offrire al bambino la possibilità di avvicinarsi alla musica fin dai primi mesi accresce illimitatamente il suo potenziale sviluppo musicale. Inoltre, la capacità di attenzione, l’intensità e la concentrazione che è in grado di mettere in un apprendimento, non sarà mai pari in nessun altro momento della sua vita futura.

In una lezione di musica da 0 a 36 mesi si gettano quindi le basi del vocabolario musicale cantato del bambino, perché inizia l’imitazione e l’interazione. Il bambino è in totale esplorazione della sua voce cantata. Si elimina il linguaggio, tutto si concentra su una sillaba neutra. Tutto viene ridotto all’essenza, cioè al suono, anche grazie all’uso di strumenti musicali. Anche il movimento assume un ruolo importante: il bambino inizia a guadagnare consapevolezza del proprio corpo e dello spazio.

Il ruolo dell’adulto a lezione è fondamentale. L’adulto di riferimento si rende modello di musica, partecipando attivamente alla lezione con lui, rendendosi esempio di un nuovissimo linguaggio musicale.